UN MONDO INVISIBILE. Cosa fanno le ACLI di TORINO in carcere

Spazio: 
Tipo di news: 
News

UN MONDO INVISIBILE

Cosa fanno le ACLI di TORINO in carcere

 

Dal 2010 le Acli di Torino, tramite il Patronato Acli, sono presenti all’interno della casa circondariale “Lorusso Cutugno” al fine di svolgere gratuitamente attività di consulenza fiscale e previdenziale al servizio dei detenuti, quali ad esempio pratiche di assegni sociali, assegni al nucleo familiare, invalidità civile e altre pratiche previdenziali.

Viviamo in tempi di isolamento e proprio per questo la frattura tra “mondo dentro” e “mondo fuori”, tra carcere e società, rischia di divenire insanabile.

Il nostro compito sociale è quello di costruire dei ponti tra le due realtà, in modo tale da dare una speranza e un progetto di futuro a chi sta espiando la propria pena dietro le sbarre.

Impegno sociale e competenza: queste sono le due bussole che, da sempre, orientano la missione delle Acli in una società complessa come quella odierna, ove spesso le ragioni degli ultimi sono messe ai margini o addirittura dimenticate.

Sono numeri, ma dietro ci sono tante storie. Nel 2018 abbiamo dato una mano a tanti detenuti e vogliamo farlo anche in futuro.

Le persone supportate dai nostri operatori/volontari sono state complessivamente circa 60 a Torino e 80 ad Ivrea.