NUOVA PRESIDENZA ACLI TORINO

Spazio: 
Tipo di news: 
Stampa

COMUNICATO STAMPA

Nuova presidenza alle Acli di Torino

 

Nel Consiglio Provinciale di lunedì 3/12/2018 è stata eletta Presidente delle ACLI Provinciali di Torino, Raffaella Dispenza, che aveva appena terminato il mandato da Vicepresidente.

 

Coniugata, con 2 figli, è laureata in architettura, ha svolto un dottorato di ricerca presso il Politecnico di Torino in pianificazione territoriale e sviluppo locale e si occupa da molti anni come professionista di processi di riqualificazione urbana, progettazione partecipata, fund raising, terzo settore. Raffaella Dispenza, sostituisce Roberto Santoro, che ha guidato egregiamente per 8 anni le ACLI Provinciali di Torino e che è attualmente Vicepresidente Enaip Piemonte e Presidente Acli Torino Service.

 

Nella sua relazione di insediamento, Raffaella Dispenza ha evidenziato che: “È fondamentale costruire visioni positive di futuro, in un tempo in cui paura e indifferenza sembrano essere grandi mali del nostro tempo. In un tempo in cui le nostre città presentano segnali di fatica – forme di esclusione e nuove povertà, comunità ferite, spazi non curati, paura della diversità – dobbiamo continuare a credere nella possibilità di costruire tracce di comunità. La città deve essere percepita come una officina di possibilità, di sperimentazioni che per realizzarsi hanno bisogno di energie umane e urbane, coagulanti e generative.”

 

In questo quadro viene rinnovato l’impegno delle Acli Provinciali, che operano quotidianamente nel territorio metropolitano attraverso un network di associazioni, servizi, imprese e cooperative sociali: “Con la nostra presenza territoriale e le nostre attività vogliamo essere e far nascere soggetti attivatori, luoghi facilitanti, spazi di accoglienza, di riconoscimento dei diritti, luoghi di cura e valorizzazione delle diversità.”

“In coerenza con la storia della nostra associazione, nostro compito è sviluppare quella partecipazione dal basso che pone al centro il grido dei poveri, come ci insegna Papa Francesco.”

 

Gli impegni della Presidenza per i prossimi anni:

 

  • Elaborare proposte concrete e di modelli di intervento in un’ottica di secondo welfare, tenendo insieme il proprio network di associazioni e imprese.
  • Promuovere esperienze culturali di qualità, anche come strumento di impegno sociale e politico.
  • Promuovere la costituzione di nuove associazioni giovanili, sostenendole con i propri servizi e strumenti.
  • Realizzare esperienze formative e educative, con particolare riferimento ai giovani.
  • Contribuire a rilanciare le reti del terzo settore metropolitano.
  • Rilanciare l’associazione anche in relazione a quanto previsto dalla legge di riforma del terzo settore.

 

 

 

 

Di seguito i componenti della nuova presidenza provinciale ACLI con le rispettive deleghe:

 

Raffaella Dispenza, Presidente (Relazioni esterne, coesione del sistema interno, formazione gruppo dirigente).

Gianclaudio Santo, Vicepresidente vicario, Sviluppo di comunità e giovani

Matteo Lucà, Vicepresidente, Riforma del terzo settore

Marco Calvetto: Lavoro

Piero Demetri: Welfare

Liliana Magliano: Amministratore

Stefania Martis: Sviluppo dell'associazionismo

Giovanna Ribet: Sviluppo del tesseramento

Vittorio Saraco: Nuove povertà

Davide Valfrè: Cultura

Carlo Zummo: Comunicazione

 

Delega speciale a un consigliere provinciale (fuori dalla Presidenza):

Roberto Caudullo, Formazione e vita cristiana

 

Sono inoltre membri di diritto della Presidenza Provinciale (Statuto art. 17):

Cristina Perina, Presidente Provinciale dell’Unione Sportiva ACLI

Renzo Brunelli, Segretario Provinciale della FAP ACLI

Laura Malanca, Responsabile delle ACLI Colf