L'ITALIA CHE RESISTE

Spazio: 
Tipo di news: 
Stampa

In questi mesi abbiamo assistito ad una progressiva deriva razzista e xenofoba, che è stata accompagnata dall'affermarsi di politiche, azioni di forza, episodi di aggressività verbale e fisica, che ci appaiono come manifestazione di un'idea discriminatoria di società e che sembrano voler indebolire e mettere in discussione quei legami di mutualità, solidarietà e accoglienza su cui è fondato il vivere civile e sociale.

Ci sembra che, senza voler semplificare situazioni molto complesse che riguardano la definizione di politiche più efficaci di gestione dei flussi migratori a livello europeo e internazionale, vadano ribaditi prima di tutto principi fondamentali quali la dignità umana, il valore della diversità, il riconoscimento dei diritti umani, la promozione di una società plurale e democratica.

Per questo motivo abbiamo deciso di aderire alla manifestazione del 2 febbraio che nasce come reazione spontanea di un gruppo di cittadini impegnati nel sociale davanti al quotidiano sfoggio di barbarie e crudeltà. Si stanno costituendo presidi in tutta Italia, una catena umana che parla di solidarietà e accoglienza, per la nostra associazione irrinunciabili presupposti evangelici che guidano ogni giorno l'azione sociale della nostra associazione, dei nostri servizi e del nostro sistema di associazioni e imprese sociali.

 

Qui di seguito la pagina Facebook dell'evento:

https://www.facebook.com/events/780399228989068/

 

 

A Torino appuntamento sabato 2 febbraio sotto il municipio alle ore 14.00, ma ci saranno presidi anche nei seguenti comuni della Città Metropolitana:

Avigliana, Cumiana, Giaveno, La Loggia, None, Orbassano, Pinerolo, Piossasco, Rivoli, Torre Pellice, Vinovo e Volpiano….

L'invito a tutti è di indossare qualcosa di rosso.

 

La partecipazione di ognuno è preziosa e può fare la differenza!